Il Repertorio Omeopatico


Strumento fondamentale per l'omeoapata. Il repertorio è un testo che contiene la raccolta sistematica di innumerevoli sintomi tratti dalla sperimentazione omeopatica su individui sani, e da osservazioni tossicologiche e cliniche.
Il più famoso, e quello che io uso nella mia pratica quotidiana, è il Repertorio di J T Kent, che è suddiviso in 31 sezioni che vanno dai sintomi psichici alle vertigini, alla testa e così via apparato per apparato.
Ogni sezione è a sua volta suddivisa in capitoli e questi a loro volta ancora suddivisi in singoli sintomi in ordine alfabetico. Per ogni sintomo viene proposta una lista generale dei rimedi che sono stati in grado di causare tale sintomo, con le  modalità di aggravamento o miglioramento, le ore di comparsa, le localizzazzioni, le irradiazioni , ecc.
I rimedi che possono essere scritti in "grassetto" se il sintomo compare per quel rimedio a tutti i ilivelli sperimentali, in "corsivo" se il sintomo non è costante ma frequente, in "tondo" se la osservazione di quel sintomo per quel rimedio è solo occasionale.
Dallo studio sistematico dei sintomi del paziente, grazie all'uso del repertorio, si giunge alla individuazione del simillimum.



WYSIWYG Web Builder